toelettatura


LA CURA DEL PELO

Sin dall'età di 3-4 mesi è buona norma abituare il cane ad essere pettinato, molto meglio se posizionato su un tavolino.
A questa età lo scopo è quello di abituare gradualmente il cucciolo alle lunghe e laboriose sedute a cui dovrà sottostare da adulto, quindi si userà una spazzola morbida che non possa ferirlo e lo si abituerà ad essere tosato con la macchinetta sulla testa, sulle orecchie e nelle parti intime.
La prima tosatura si può eseguire a 5-6 mesi, va fatta molto corta lasciando intatta la barba, il ciuffo, le gambe e la parte inferiore dl torace.
D'ora in avanti, a cadenze bisettimanali, il cane va trimmato su tutto il corpo, per limitare la crescita di sottopelo e permettere al pelo di copertura di svilupparsi adeguatamente.
Questa operazione si compie con un coltellino da stripping a denti larghi, usato come un pettine.
La barba e il ciuffo si devono pulire e pettinare con cura, dopo ogni pasto.
Se ritenete che crei dei fastidi alla vista, il ciuffo può essere raccolto con un elastico di spugna.
Le gambe si spazzolano sia a pelo che contropelo, facendo attenzione ad asportare il meno possibile di sottopelo che servirà a conferire una forma piena e cilindrica.
Particolare attenzione va rivolta ai peli che crescono all'interno del canale uditivo, che vanno rimossi strappandoli con delicatezza a piccoli ciuffi aiutandosi con delle polveri specifiche o, in mancanza d'altro, con un po' di talco.
Anche tra le dita il pelo va spesso controllato, asportando con la forbice eventuali feltri.
Quando il pelo sul corpo sarà cresciuto, sarà sufficiente pettinarlo con un rastrello a denti conici o con un pettine bifilare per tenere sotto controllo la formazione di sottopelo.
il bagno può essere effettuato ogni qualvolta se ne presenti la necessità; si consiglia l'uso di uno shampoo professionale diluito in acqua e cosparso sul cane che sarà stato precedentemente bagnato.
Dopo averlo ben frizionato con le mani, si passa al risciacquo, operazione che va fatta con molta cura per eliminare ogni traccia di detergente da pelle e pelo.
In commercio esistono degli oli vegetali e delle maschere che, applicate sul mantello prima dell'asciugatura, nutrono il pelo e lo proteggono dall'asportazione del suo naturale grasso avvenuta con il bagno.

Ora con un phon ad aria tiepida si asciuga il cane, avendo cura di rispettare il naturale verso del pelo all'infuori delle zampe, che vanno gonfiate contropelo.
A 8-9 mesi si effettua il primo vero e proprio taglio che permetterà al cane di presentarsi al meglio delle sue possibilità.
Si inizia dalla testa, con una tosatrice corredata di testina da 3 mm; si puliscono le orecchie, non dall'attaccatura ma dalla piega che formano nel ricadere verso il basso, per allargare visivamente la sommità della testa.
Anch'essa deve essere rasata con la testina da 3 mm, partendo da 1-2 cm dietro le arcate sopraccigliari e fermandosi 1-2 cm prima della nuca.
Lo scopo è di esaltare la tipicità della test, che deve essere piatta e larga.
Quindi con le forbici si cercherà di togliere tutti i gradini, creando un passaggio naturale da pelo corto a pelo lungo.
Sempre con le forbici si rifila il bordo delle orecchie, per dare loro un aspetto più ordinato.
Con la testina da 9 mm si procede ad inquadrare la parte inferiore della barba, tracciando una linea che dall'attaccatura inferiore delle orecchie segue il profilo della maschera, sfumando la barba, che va mantenuta il più lunga possibile nella parte anteriore.
Quindi con le forbici si dovrà scolpire la testa, per darle quella forma squadrata che tanto ne esalta le linee.
Si taglieranno tutti i peli che fuoriescono dalle guance e dalla barba, fino a che, guardandola sia dall'alto che di fianco, non si otterrà la cosidetta forma a "mattone".
Sempre con la testina da 9 mm, partendo dall'attaccatura inferiore dell'orecchio, si traccia una linea sul fianco del collo fino all'inizio della spalla, con lo scopo di metterla in evidenza; con la stessa testina si rasa il sottogola e tutto il petto fino alla punta dello sterno.
Con la forbice, lavorando nel senso del pelo, si sfumano le rasature fatte sui lati del collo con la parte superiore, dove la lunghezza del pelo deve essere tale da dare l'immagine di collo potente e nello stesso tempo permette di allungare la testa.
Le spalle vanno sfumate tenendo conto delle proporzioni i relazione alla testa.
I piedi devono essere arrotondati e le gambe, dopo averle pettinate contropelo, si scuotono e, posizionato il cane in stazione, si procede con le forbici dall'alto verso il basso tagliando in modo che il pelo formi delle colonne perfettamente cilindriche.
Il pelo nella linea inferiore del torace si lascia un paio di cm più basso del gomito e gradualmente si risale verso la grassella, per risaltare la profondità toracica.
I fianchi del tronco si tagliano partendo dalle spalle, precedentemente sistemate, e stringendosi leggermente fino ai reni, che andranno leggermente scavati.
Per dare la giusta forma alla linea dorsale, con la testina da 12 mm si taglia la sommità dalla groppa e con la forbice si congiunge il garrese con una linea diritta e leggermente rampante.

Con la testina da 3 mm si rasa lo scudetto anale e l'inguine.
Con la forbice si modella la coda, che deve essere grossa e squadrata.
Con la testina da 9 mm si taglia il pelo che va dall'attaccatura inferiore della coda fino alla punta del garretto e con le forbici si lisciano le cosce, cercando di renderle leggermente piatte e non gonfie.
La frangia anteriore si pareggia, mettendo in risalto l'angolatura del ginocchio.
I piedi posteriori si arrotondano come gli anteriori e nella stessa maniera si formano le colonnine, che devono essere perpendicolari al terreno.

 

Sito web gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!